La primavera è alle porte, e la nostra casa è pronta ad accogliere i cambiamenti che miglioreranno la qualità della nostra vita all’interno dei suoi spazi. Nulla è casuale secondo le discipline orientali, anzi, tutto è risonanza, e quindi tutto ci appartiene, attraendo nella nostra vita eventi e situazioni che in qualche modo ci riguardano e ci fanno da specchio.

Così possiamo lavorare sulla nostra casa per renderla più armonica, risvegliando in noi gli aspetti più positivi che ci appartengono.

Considerata da molti studiosi del rapporto casa-uomo, come la nostra seconda pelle, in lei rimandiamo tutto ciò che noi siamo a livello fisico, emotivo e mentale, e ciò  è vicendevole, cioè noi siamo quello che la nostra casa è, nel suo porsi come forme, colori e materiali, e nelle loro disposizioni.

Stando attenti agli aspetti simbolici della vita legati ai cicli del tempo, lo spazio che ci circonda rappresenta la giusta coordinata che renderà questo intreccio Spazio-Tempo molto interessante.

L’antica arte orientale del feng shui si occupa proprio di questo rapporto Spazio-Tempo, e di come l’uomo ne sia condizionato in tutte le sue espressioni.

Ecco che il nostro equilibrio psico fisico può essere condizionato dalla nostra casa e di conseguenza il nostro benessere nel suo complesso.

Vi aspetto alla conferenza che sarà tenuta al centro Spazio 21, in via dei Ciliegi, n°21 a Scandicci (FI) il 2 marzo alle ore 21.

Enrica Battaglia